Uno si chiede: cosa mi invento per cena? ecco la nostra risposta (per fare un figurone).

Gnocchi di polenta con burro di montagna e salvia (dell’orto)

E’ una ricetta ideale per chi, visti i tempi piovosi e freschi, ancora si concede la polenta. Per questa ricetta si utilizza la polenta rappresa (del giorno prima) e la si lavora come indicato di seguito.

Ingredienti:
500 gr. di polenta rappresa
2/3 cucchiai di farina integrale di grano tenero
3 uova
1 cucchiaio di ricotta
Parmigiano grattugiato q.b.
Sale q.b. (da aggiungere all’impasto in base all’esigenza)

Procedimento
Mettete a bollire dell’acqua non salata.
Con i rebbi (i denti) della forchetta schiacciate la polenta in una ciotola. Una volta ridotta in purea aggiungete la farina setacciata, la ricotta, il parmigiano e le uova. Mescolate il tutto fino ad ottenerne una crema morbida (se troppo liquida aggiungete un pò di farina). Salate solo ne necessario e inserite il composto in una sac-à-poche. Per chi non avesse una sac-à-poche può utilizzare un sacchetto da congelatore tagliandogli una piccola porzione di angolo. Più grande è il foro della sac-à-poche, più grandi saranno gli gnocchi. Posizionatevi sopra la padella di acqua bollente e schiacciate delicatamente la sac-à-poche tenendola con una mano facendo uscire una piccola quantità di impasto. Con un coltello tagliatela e fatela cadere nell’acqua bollente (procedimento simile alla produzione degli Spätzle). Una volta esaurito il composto, scolate gli gnocchi e condite a piacimento con burro fresco di montagna e salvia.
Per chi volesse, si possono aggiungere dei semi di papavero che donano gusto e colore al vostro piatto.

Buon Appetito!

p.s. fate attenzione all’origine dei prodotti che utilizzate. Noi abbiamo usato: polenta bio di Cascina Belvedere, uova di Maso al Sole agricoltura biologica e fattoria didattica e semi di papavero bio (tutti prodotti presenti in negozio).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: